ATTESTAZIONE SOA PER BONUS EDILIZI E SUPERBONUS

Dal 1° luglio del 2023, per beneficiare dei bonus edilizi per lavori con importi superiori a 516mila euro, sarà necessario rivolgersi ad imprese che hanno la certificazione SOA, attestazione fino ad oggi necessaria solamente per le aziende interessate a partecipare agli appalti pubblici.

Prima di spiegarti nel dettaglio le novità riguardanti l’attestazione SOA per bonus edilizi, analizziamo cosa rappresenta l’attestazione SOA e da chi viene rilasciata.

Cos’è l’attestazione SOA e da chi viene rilasciata?

L’attestazione SOA, come anticipato, è una certificazione necessaria per partecipare a gare d’appalto per l’esecuzione di appalti pubblici e viene rilasciato da apposite Società organismi di attestazione per comprovare le capacità dell’impresa di eseguire opere pubbliche.

L’Organismo di Attestazione rilascia agli operatori economici l’attestazione di qualificazione, dopo aver verificato la veridicità e la sostanza di tutte le dichiarazioni e di tutti i documenti prodotti dall’impresa, sia attraverso l’interrogazione di sistemi informativi, sia contattando direttamente l’Ente competente.

Noi di Soa Servizi vantiamo grande esperienza nel campo dei lavori pubblici e delle attestazioni SOA in provincia di Cuneo, contattaci se desideri prenotare una call.

Ora che abbiamo chiarito dove e come nasce l’attestazione SOA, ritorniamo a parlare delle novità riguardanti l’attestazione SOA per bonus edilizi e superbonus.

Attestazione Soa per bonus Edilizi: novità 2023

Come abbiamo anticipato all’inizio del nostro articolo, dal 1° luglio del 2023, per beneficiare dei bonus edilizi per lavori con importi superiori a 516mila euro, sarà necessario rivolgersi ad imprese che hanno la certificazione SOA.

Già dal 1° gennaio 2023, però, è previsto un regime transitorio: le imprese edilizie che intendono fornire servizi rientranti nel superbonus e negli altri bonus edilizi devono dimostrare di aver sottoscritto un contratto per il rilascio dell’attestazione SOA.

Quindi, a decorrere dal 1° gennaio 2023 e fino al 30 giugno 2023, l’esecuzione dei lavori di importo superiore a 516.000 euro, per i quali il contribuente intende beneficiare di agevolazioni fiscali quali superbonus, ecobonus, bonus ristrutturazione, ecc, dovrà essere affidata alternativamente:

  1. ad imprese in possesso, al momento della sottoscrizione del contratto di appalto ovvero, in caso di imprese subappaltatrici, del contratto di subappalto, della occorrente attestazione SOA;
  2. ad imprese che, al momento della sottoscrizione del contratto di appalto ovvero, in caso di imprese subappaltatrici, del contratto di subappalto, documentano al committente ovvero all’impresa subappaltante l’avvenuta sottoscrizione di un contratto finalizzato al rilascio dell’attestazione SOA.

Perciò riassumendo:

  • dal 1° gennaio 2023 al 30 giugno 2023 le imprese devono dimostrare di aver sottoscritto un contratto per il rilascio delle relative attestazioni.
  • dal 1° luglio 2023 scatterà l’obbligo per le imprese di essere in possesso di detta certificazione per poter eseguire i lavori.

Perché alla tua impresa è utile l’attestazione SOA?

Con tale attestazione la tua impresa può dimostrare di possedere i requisiti di idoneità professionale, la capacità economica e finanziaria, le capacità tecniche e professionali necessarie per eseguire i lavori edilizi.

In questo modo, l’intero settore riuscirà a contrastare possibili usi distorti e speculativi degli incentivi da parte di imprese non attestate e senza alcun indice di affidabilità, con l’obiettivo di garantire sicurezza, trasparenza e qualità dei lavori delle imprese edili.

Per quali bonus è obbligatoria l’attestazione SOA?

L’obbligo dell’attestazione SOA riguarda chiunque voglia dare inizio a lavori con importi superiori ai 516mila euro e beneficiare dei seguenti bonus per cui sono previsti cessione del credito e sconto in fattura:

  • Superbonus 110%;
  • ecobonus ordinario;
  • bonus casa e sismabonus ordinario;
  • bonus facciate;
  • bonus fotovoltaico ordinario;
  • bonus colonnine di ricarica ordinario;
  • bonus barriere architettoniche 75%.

Superbonus: attestazione SOA quando non si applica?

L’attestazione Soa per i bonus edilizi non si applica:

  1. ai lavori in corso di esecuzione alla data di entrata in vigore della legge di conversione del Dl 21/2022,
  2. ovvero ai contratti di appalto o di subappalto aventi data certa, in base all’articolo 2704 del Codice civile, anteriore alla data di entrata in vigore della legge di conversione.

Hai ancora dubbi per quanto riguarda l’attestazione SOA richiesta alla tua impresa edile? Prenota un appuntamento presso la nostra sede a Bene Vagienna e seguici su Facebook per tutti gli aggiornamenti.